cosa vedere kusadasi turchia
Viaggi

Cosa vedere a Kuşadası

Kuşadası è una località sulla costa turca del Mar Egeo molto gettonata come destinazione turistica: questo perché c’è proprio di tutto, dalle lunghe spiagge sabbiose ai panorami da sogno, senza contare i parchi acquatici adatti per famiglie e, dulcis in fundo, spettacolari tramonti dorati.

Inoltre, a pochi minuti di distanza puoi trovare l’antica città di Efeso, che era un tempo una famosa capitale romana e oggi è un sito archeologico affascinante e imponente.

Insomma, nello stesso giorno potrai trovarti ad ammirare le colonne della Biblioteca di Efeso, scoprire una baia incantata del Parco Nazionale di Dilek, sfrecciare attraverso la pianura su un quad e sdraiarti su un lettino per guardare il sole che tramonta sull’Egeo.

Con tutta questa scelta potresti avere delle difficoltà a scegliere cosa fare a Kuşadası, ma niente paura: continua a leggere per scoprire le attività e le località da non perdere durante un soggiorno in questo luogo.

Dove si trova Kuşadası

Kusadasi, è una delle prime località turistiche della Turchia e una città portuale, situata sulla costa egea del paese, ai confini della provincia di Aydin.

La città si trova 95 km a sud di Smirne e 55 km da Aydin. Il porto di Kusadasi è uno dei porti più grandi e principali per le navi da crociera internazionali per la sua vicinanza ai siti archeologici di fama mondiale.

Efeso

Si tratta di uno dei siti archeologici più grandi e importanti del Mediterraneo orientale, che si trova proprio a pochi minuti da Kuşadası.

Efeso è un patrimonio mondiale dell’UNESCO dalla grande importanza storico-archeologica. Fu fondata circa 3000 anni fa, diventando presto uno dei 12 membri dell’antica e potente Lega Ionica, raggiungendo poi il suo apogeo in epoca romana, dove venne celebrata come capitale della provincia asiatica.

Soprattutto, Efeso era una città costiera, anche se oggi il mare si trova a diversi chilometri più a Ovest.

Arrivando in questo luogo troverai ad attenderti la solenne facciata della Biblioteca di Celso e il sbalorditivo teatro di ben 25.000 posti dove si tenevano spettacoli e pantomime. Inoltre, potrai vagare fra le rovine del Tempio di Artemide, una delle sette meraviglie del mondo antico.

C’è molto altro da vedere: per esempio un sofisticato sistema di acquedotti, la Fontana di Traiano, gli antichi stabilimenti balneari, una Basilica dedicata a San Giovanni del VI secolo, domus perfettamente conservate con affreschi originali e alcune imponenti fortificazioni ottomane risalenti al Medioevo.

Museo archeologico di Efeso

Il sito archeologico di Efeso è stato studiato per la prima volta nel XIX secolo e, inevitabilmente, molti reperti sono stati trasferiti ed esposti al British Museum e al Museo di Efeso a Vienna. Tuttavia, moltissimi manufatti sono rimasti proprio lì, e potrai ritrovarli al Museo archeologico di Efeso, dove sono esposti pezzi unici che ricordano il passato della città dall’epoca micenea a quella del dominio ottomano.

Ogni sala è specializzata in una categoria diversa, come monete antiche, pezzi provenienti dalle domus romane, dai ninfei della città o oggetti utilizzati durante il culto di Kybele.

Troverai navi micenee, sarcofagi, busti di Socrate, l’ imperatore Augusto e altri importanti personaggi della storia romana, nonché magnifici gruppi scultorei provenienti da monumenti come la Fontana di Domiziano.

Di grande rilevanza è la coppia di statue di Artemide provenienti dall’omonimo tempio, che ti stupiranno per le loro dimensioni colossali e la loro bellezza, perfettamente conservata dopo più di due millenni.

Güvercinada (l’isola dei piccioni)

Una delle meraviglie storiche di Kuşadası è sicuramente la cittadella che si trova nella baia, al termine di una strada rialzata lunga 350 metri: questo avamposto difensivo fu costruito per ordine di Hayreddin Barbarossa (1478-1546) ed è tutto originale, ad eccezione delle basse mura esterne che risalgono alla rivolta degli Orlov greci nel 1770.

Güvercinada assomiglia un po’ a un parco cittadino: è dotato di una piattaforma in legno rialzata dove si possono scattare foto meravigliose di Kuşadası e del paesaggio circostante.

Troverai diversi pannelli informativi che descrivono le specie locali di animali e piante, che potrai anche osservare in prima persona, con un po’ di fortuna.
Una curiosità interessante in mostra è lo scheletro di una balenottera che è stato trovato nella penisola di Dilek, a pochi chilometri a sud, negli anni ’90.

La penisola di Dilek: il Büyük Menderes Delta National Park

Le montagne di questo parco nazionale ampio ben 27.500 ettari si ergono all’orizzonte a sud di Kuşadası, e meritano sicuramente una visita.

Il parco è costituito da una penisola rocciosa dove svetta il Monte, mentre a sud, in un ambiente più umido e paludoso, troverai il delta del fiume Büyük Menderes.

Questa zona presenta una strabiliante biodiversità, con 800 diverse specie di piante e molte altre di uccelli acquatici come pellicani e pivieri, e mammiferi, come iene, sciacalli e linci.

Puoi avventurarti qui alla ricerca di insenature remote che si tuffano nel mare cristallino o dare la caccia ai resti dell’antica civiltà di Karina, un’altra rarità archeologica che ti lascerà a bocca aperta.

Ladies Beach

Distante quindici minuti a piedi da Kuşadası e raggiungibile anche con un viaggio in minibus, questa spiaggia è formata da un lungo chilometro di sabbia soffice che decora la baia esposta a ovest lambita da acque poco profonde increspata da piccole onde.

Per questo motivo è considerata una spiaggia ideale per le famiglie e non mancano gli stabilimenti balneari dove affittare lettino e ombrellone.

C’è anche un’incantevole passeggiata costellata di ristoranti, caffetterie e negozi, dove potrai godere di una romantica vista su Samos, soprattutto al tramonto.

Uzun Plaj (Long Beach)

Fedele al suo nome, questa spiaggia sabbiosa che si trova intorno al promontorio di Ladies Beach è lunga ben 18 chilometri ed è popolata da infrastrutture turistiche per tutta la sua lunghezza, fino ad arrivare all città di Güzelçamlı.

La prima cosa da dire su Uzun Plaj è che i panorami a sud sono a dir poco maestosi e permettono di spaziare fino al formidabile profilo del Monte Mycale sulla penisola di Dilek.

Come Ladies Beach Uzun Plaj ha acque basse e increspate e, anche se la baia è più esposta al mare, presenta un pendio che si inclina dolcemente, offrendo molte zone dove i bambini possono sguazzare in tutta sicurezza.

Lungo l’estremità più vicina a Kuşadası troverai il parco acquatico Tortuga Pirate Island, una delle più grandi attrazioni a tema della zona.

Şirince

Situata a 8 chilometri a est di Selçuk, Şirince è un piccolo ma incantevole villaggio di montagna che, fino alla Prima Guerra Mondiale, era popolato principalmente da popolazioni greco-ottomane. Qui si possono osservare anche resti archeologici antichi come gli acquedotti di epoca romana che permettevano di trasportare l’acqua fino a Efeso.

Grazie alle sue tipiche case bianche in stile greco che popolando i pendii dei monti Şirince si presenta al viaggiatore come un luogo idilliaco immerso nei vigneti e circondato da cipressi, frutteti e uliveti. È perfetto se desideri passeggiare fra tranquilli vicoli senza traffico, incorniciati da case imbiancate a calce e deliziosi giardini recintati.

In estate troverai molte bancarelle che vendono spezie e prodotti di artigianato locale; inoltre, potrai fermarti in diversi chioschi per sorseggiare l’autentico caffè turco.

Meryemana (Casa della Vergine Maria)

La leggenda vuole che Maria, la Madre di Gesù, fu portata in questa piccolo edificio dall’apostolo Giovanni, e proprio qui visse fino alla sua Assunzione: per questo motivo il sito è molto venerato e visitato sia dai musulmani che dai cattolici.

Meryemana fu scoperta nel 1891, quando fu oggetto delle visioni della canonica agostiniana tedesca Anne Catherine Emmerich (1774-1824). Quello che si sa per certo è che l’edificio era molto probabilmente una cappella eretta circa 2000 anni fa: seguendo la linea rossa dipinta all’interno potrai scoprire ciò che è originale e ciò che è stato restaurato.

Fuori dal santuario troveri il “Muro dei desideri” costellato con strisce di carta o tessuto su cui migliaia di pellegrini hanno scritto le loro richieste. La casa della Vergine Maria è stata visitata da ben tre papi: Paolo VI, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Porto di Kuşadası

Kuşadası è dotata di un vivace porto affiancato da Güvercinada sul lato sud e da un raffinato nuovo arenile turistico a nord: la popolarità di questo luogo è tale che la città solo nel 2020 ha visto l’arrivo di ben 600 navi da crociera.

Qui puoi imbarcarti per una gita di un giorno sull’isola greca di Samos, oppure semplicemente passeggiare, fare shopping, guardare il tramonto o sorseggiare un drink.

Lungo il moderno Atatürk Boulevard ci sono ristoranti e locali per tutti i gusti, comprese alcune catene internazionali come Starbucks e Domino: a metà di questo viale potrai ammirare El Heykeli, un punto panoramico caratterizzato dalla presenza una scultura di una mano che rilascia delle colombe.

Öküz Mehmed Pasha Caravanserai

Vicino al lungomare, nel centro di Kuşadası, potrai ammirare le mura merlate di un caravanserraglio risalente al XVII secolo. Costruito nel 1610 per ordine del due volte Gran Visir Öküz Mehmed Pasha, si trattava di un luogo deputato a ospitare i mercanti che arrivavano via acqua.

Il grande ingresso in marmo si affaccia direttamente il porto: qui troverai un tabellone informativo che racconta i 400 anni di storia dell’edificio, comprese le vicende che portarono al restauro del caravanserraglio dal 1950 al 1990.

Oggi questo luogo è adibito a un hotel con 25 camere e un ristorante all’aperto situato nel cortile, ma puoi comunque ammirare alcuni esempi architettonici dello stile arabo come le gallerie costellate di archi acuti.

Museo ferroviario di Çamlık

Con un breve viaggio nell’entroterra di Kuşadası, arriverai al più grande museo ferroviario della Turchia, che vanta una formidabile collezione di motori a vapore: ben 33 locomotive che vanno dal 1890 agli anni ’50, 18 delle quali disposte intorno a un imponente struttura a 18 binari.

Tra i produttori delle locomotive troverai Krupp, Henschel, NOHAB, Borsig e Mafei, ma il più antico (1891) è sicuramente Stephenson, uno storico marchio britannico: potrai anche osservare diverse locomotive dall’interno e scoprire tutto sul loro funzionamento.

Uno dei pezzi più tristemente celebri del museo è il motore 45501, che è stato coinvolto nel disastro ferroviario di Yarımburgaz del 1957 dove una collisione frontale causò la morte di 95 persone.

Adaland

È importante trascorrere una vacanza in mezzo alla storia e alla cultura, ma potresti anche aver bisogno di un altro tipo di divertimento: Adaland di Kuşadası potrebbe essere proprio quello che stai cercando, in quanto si tratta di un parco acquatico di prima classe.

Adatto per grandi e piccini, Adaland vanta fra le sue attrazioni lo scivolo per famiglie più lungo del mondo, il Water Coaster lungo ben 406 metri, mentre il Kamikaze ti permette di cadere da ben 50 metri e lo Slide & Fly ti farà volare diversi metri in aria!

Gazibegendi Hill

A nord-est del porto turistico puoi trovare il miglior belvedere a Kuşadası, da visitare specialmente al tramonto. La collina di Gazibegendi commemora lo statista turco Mustafa Kemal Atatürk (1881-1938), che venne in questa città nel 1924 e nel 1937. Il nome Gazibegendi significa letteralmente “Amato dal veterano”, il soprannome di Atatürk.

La storia narra che il politico turco fu particolarmente affascinato dalla splendida vista sulla costa frastagliata dell’Egeo che si vede da qui, e per onorare questo momento sono state esposte una bandiera turca e una statua bronzea di Atatürk che, come allora, contempla il litorale fino a Güvercinada.

Qui potrai riposarti in un ottimo ristorante, mentre i più piccini si divertiranno in un piccolo parco giochi a pochi metri dalla terrazza.

Crociera di un’intera giornata in barca

Il modo più semplice per scoprire le numerose baie e calette della costa egea vicino a Kuşadası è viaggiare via acqua. Per questo motivo non puoi rinunciare a fare una gita di un giorno in barca: potrai approfittarne anche per fare snorkeling nel mare cristallino durante le soste, o quando non sarai impegnato a gustare il pranzo di bordo, dove sono compresi menù raffinati con pasta, polpette, insalate e frutta fresca.

Kuşadası Quad Safari

Sulla costa occidentale di Efeso troverai un tipo di arenile che non si incontra molto spesso nella zona turca dell’Egeo: si tratta della spiaggia di Pamucak, che presenta un’ampia baia sabbiosa lunga diversi chilometri e poco frequentata. Se sei un amante del fuoristrada potrai sfrecciare fra la macchia e le dune con un quad, prenotabile insieme a un giro di 90 minuti con soluzioni che comprendono l’attrezzatura e l’assicurazione. E, dopo esserti esibito in salti e acrobazie, potrai sorseggiare un drink direttamente sulla spiaggia di Kuşadası!

Come arrivare a Kuşadası

In aereo

Ci sono 2 aeroporti internazionali vicino a Kuşadası. Il primo è l’aeroporto internazionale di Izmir (ADB) che dista 66 km dalla città e l’altro è l’aeroporto di Bodrum (BJV) che si trova a 120 km. Dall’aeroporto di Izmır sono disponibili trasferimenti di autobus di linea per la stazione degli autobus di Kusadasi. I treni partono dall’aeroporto di Izmir alla città di Selcuk e dalla città di Selcuk, Kusadasi è raggiungibile in 30 minuti. Gli orari degli autobus, dei treni e dei minibus variano in base alla stagione.

In nave

Puoi visitare Kuşadası con navi da crociera oppure puoi prendere un traghetto dall’isola greca di Samos. Ci sono 2 traghetti ogni giorno tra Samos e Kuşadası durante l’alta stagione; 08:30 al mattino e 17:00 al pomeriggio. Gli orari sono soggetti a modifiche a causa delle condizioni stagionali, meteorologiche e del mare.

In auto

Le strade principali da Istanbul, Cappadocia o Antalya sono collegate a Kuşadası da Aydin attraverso la città di Soke a sud e Izmir via Selcuk a nord.
Se arrivate dall’aeroporto di Izmir, avete 3 diverse opzioni per raggiungere la città: la strada secondaria secondaria che segue la costa attraverso i villaggi, la vecchia strada principale o l’uscita dell’autostrada dalla città di Selcuk.

Condividi con noi!

Similar Posts